Ci risiamo, sta per tornare la domanda che attanaglia giovani proprietari di casa e famiglie di ogni tipo, anche le più scafate: come far ripartire la caldaia per l’inverno ? A dirla tutta, l’inverno non ha la minima voglia di tornare. Le temperature dalle nostre parti sono più calde di una serata reggaeton.

Eppure, stando alle ultime previsioni meteo e alle indicazioni del D.P.R. 412 del 1993, sta per arrivare quel periodo dell’anno in cui uscire dal piumone è più sfidante di un’esplorazione artica. Roba da far impallidire Babbo Natale, renne comprese. Il momento in cui spogliarsi e rivestirsi diventa specialità olimpica. In cui il riscaldamento è il più coccolato di casa, non c’è bambino che possa scalzare il suo record di abbracci.

È ora di far ripartire la caldaia!

Secondo il D.P.R. 412, dal 1° novembre al 14 aprile, la maggior parte degli abitanti della zona climatica F (fra cui Livorno e Pisa) può accendere il riscaldamento fino ad un massimo di 12 ore giornaliere. Alcune zone delle nostre province hanno avuto la possibilità di accenderlo già dal 15 o addirittura dal 1° ottobre fino al 30 aprile fino a un massimo di 14 ore.

Insomma questo è il momento giusto per guidarti passo passo e raccontarti come far ripartire la caldaia. Seguici fino in fondo. Le cose da fare non sono molte e neanche complicate, però è importante farle tutte per assicurarti una caldaia più efficiente e consumi più bassi.

1. Fai le pulizie d’autunno

Esattamente come il cambio degli armadi che ci impegna almeno due volte all’anno, anche le grandi pulizie dovrebbero avere una cadenza stagionale. In questo caso concentriamoci sull’impianto di riscaldamento.

Togli tutto quel che hai appoggiato sui termosifoni ed, eventualmente, sulla caldaia. E mantieni questa abitudine: appoggiare panni da asciugare o altro sui radiatori non fa altro che rendere la vita più difficile al tuo impianto termico. Il che si traduce in stanze scaldate peggio e bollette più salate. Ripeti con noi: l’unica cosa che metterò sui miei termosifoni sarà l’umidificatore e avrò cura di pulirlo e di riempirlo come si deve finché caldo non ci separi.

Dopo che avrai liberato termosifoni e caldaie procedi alla pulizia accurata delle superfici esterne per evitare che il calore disperda la polvere e l’aria di casa diventi una stazione sciistica per acari.

Foto di GRÆS Magazine – Unsplash

2. Fai sfiatare i termosifoni

Togliere le eventuali bolle d’aria che si sono venute a creare nell’impianto termico è importante perché il riscaldamento sia omogeneo.
Come si fa?
– Spegni la caldaia e controlla che la pressione dell’impianto stia fra 1 e 1,5 bar.
– Apri le valvole di sfiato di ogni termosifone, ma attenzione metti sotto un recipiente e uno straccio per raccogliere l’acqua che uscirà. Apri lentamente e tieni aperto fino a che non vedi scorrere solo acqua, senza ulteriori bolle d’aria.
– Vai a ricontrollare la pressione della caldaia, potrebbe essere scesa, tu aumentala fino a farla tornare fra 1 e 1,5 bar.
– Potrebbe essere necessario ripetere questa operazione di sfiato anche 3 o 4 volte a inizio stagione, e comunque ogni volta che senti gorgogliare i tuoi termosifoni, oppure se non scaldano in maniera omogenea.

3. Accendi la caldaia e impostala sulla modalità invernale

4. Passa al termostato

Controlla ed eventualmente cambia le pile del termostato e imposta il programma di riscaldamento, orari e temperature, sulla base delle esigenze della tua famiglia. Ricordandoti che per un funzionamento più efficiente e meno dispendioso è meglio programmare un riscaldamento per più ore ma ad una temperatura più bassa piuttosto che per poche ore ma a temperature più alte.

5. Non dimenticare la manutenzione

La manutenzione non è solo un obbligo di legge, la manutenzione dedicata e costante della caldaia e del tuo impianto termico è l’unico metodo preventivo che ti consente di avere sotto controllo l’efficienza di tutti i componenti, di far lavorare l’impianto con il massimo rendimento e il minimo impatto ambientale, allungando di fatto la vita al tuo sistema termico.

6. A questo punto rilassati e goditi l’inverno al calduccio della tua casa.